fbpx
Finestre in alluminio bianche apertura esterna

Le finestre con apertura esterna a battente sono tutte uguali? Quali sono le configurazioni che può avere un serramento? In questo articolo risponderemo a queste e altre domande cercando di fornire una panoramica più approfondita sulle finestre ad apertura esterna ed interna, svelando le differenze tra le cosiddette finestre con apertura alla francese e all’inglese.

Apertura alla francese o all’inglese: perché ci serve conoscerle

Nella scelta dei serramenti può capitare di percepire un po’ di confusione. Ciò è dovuto al fatto che esistono tante configurazioni, ognuna con le sue caratteristiche. Ci basti pensare che ogni progetto architettonico prevede aperture dell’infisso specifiche. Non soltanto, quindi, semplici finestre a battente che, eventualmente, possono anche aprirsi. Ma veri e propri studi approfonditi sul tema.

Ecco perché quando dobbiamo individuare la tipologia di serramento ideale si aprono molteplici porte. Qual è l’esposizione della casa? Quanto è spazioso il vano? Dove dobbiamo collocare il serramento? Si tratta di una finestra oppure di una porta finestra? La zona climatica predilige infissi all’inglese o un’apertura alla francese?

Tutte queste domande esigono una risposta chiara da parte di chi dovrà progettare il serramento idoneo a quella specifica circostanza. Prendiamo, ad esempio, il caso, degli infissi a battente che si aprono verso l’interno. O anche dette finestre alla francese.

Finestra con apertura alla francese: la più comune in Italia

In Italia le finestre più conosciute sono quelle a battente che si aprono verso l’interno. Questi tipi di apertura dei serramenti e degli infissi sono molto comuni in Italia e, in generale, in quei paesi a clima temperato. In altre parole, le finestre alla francese sono tipiche delle regioni poco ventose o piovose.

Questa caratteristica ci fa pensare. È ovvio che finestre apertura esterna hanno una configurazione differente rispetto a una che è operabile verso l’interno. La differenza è dovuta al loro comportamento al vento e all’acqua piovana.

Le finestre alla francese, infatti non sono adatte ai climi piovosi. Non starebbero bene, quindi, nel Regno Unito, ad esempio. E infatti gli infissi che si aprono verso l’esterno sono chiamati anche finestre all’inglese.  

Finestre con apertura esterna o verso l’interno: le differenze

I due tipi di aperture si comportano diversamente quando sono sollecitate da acqua e vento. Nelle finestre alla francese, quando il vento si fa eccessivo, la pressione dei telai sulle guarnizioni diminuisce. Di conseguenza la tenuta è a rischio.

Al contrario, negli infissi all’inglese, che si aprono verso l’esterno, il vento batte sull’anta aumentando la pressione delle guarnizioni. Di conseguenza aumenta anche la loro tenuta. è come quando cerchiamo di entrare in un negozio sulla cui porta è scritto “tirare” e noi, invece, spingessimo. La porta resterebbe saldamente chiusa.

Inoltre, c’è un’altra differenza sostanziale. La finestra apertura alla francese ha il giunto inclinato verso l’interno. Pertanto, questo è più vulnerabile alla penetrazione dell’acqua. Ecco perché la configurazione delle finestre operabili verso l’interno prevedono la presenza di un gocciolatoio.

Nelle finestre all’inglese, invece, il traverso mobile fa da barriera e protegge il traverso fisso posto dietro di esso. Ciò vale per il traverso inferiore, la situazione, invece, è ribaltata nel caso del traverso superiore. In questo caso, però, il problema è risolto dalla presenza del succielo o comunque di un riparo.

Finestre con apertura esterna: quale scegliere?

La scelta del tipo di apertura ideale di un serramento contempla molteplici fattori. Tra questi vi è sicuramente la fascia climatica, che determina anche quale deve essere la trasmittanza termica stabilita per legge di un serramento.

Nel caso dell’apertura, però, troviamo un ulteriore accorgimento. Ovvero qual è il senso di apertura della finestra. Se ci troviamo in zone piovose e ventose, tipiche dei paesi del Nord Europa la soluzione ideale è il montaggio di infissi che si aprono verso l’esterno.

Le inglesine sono molto facili da riconoscere perché, dal punto di vista del design, sono dotate di una sorta di griglia. In altre parole, sono incorniciate da una geometria che forma dei rettangoli sul vetro della finestra. Se non occorre un’apertura verso l’esterno possiamo comunque scegliere questo tipo di finestra per soddisfare i nostri gusti estetici.

Dall’altro lato, invece, abbiamo le finestre alla francese. Il nostro clima temperato ci permette di installare infissi che si aprono verso l’interno. Tanto possiamo proteggerci dalle intemperie con controinfisso o un infisso in alluminio ben coibentato.

Ti piacerebbe installare finestre alla francese o all’inglese in alluminio nella tua abitazione? Contattaci senza impegno per spiegarci quali sono le tue necessità e progettare insieme la soluzione ottimale. Compila il form, ti ricontatteremo in tempi brevi:

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.