fbpx
pc di fronte a finestra con veneziane in alluminio

Il calcolo del risparmio energetico non è mai stato così semplice grazie al software ENEA ShadoWindow. Si tratta di un’app, rilasciata nel 2019 e ancora in fase beta, in grado di occuparsi dei calcoli necessari per ottenere le detrazioni fiscali. Il caso specifico di questo software ENEA riguarda l’installazione delle schermature solari.

Pertanto, il software ENEA ShadoWindow è un ottimo strumento per detrarre le spese di installazione di sistemi oscuranti come veneziane, frangisole e altre schermature.

ShadoWindow, il software ENEA

Il software ENEA ShadoWindow è stato ideato per il calcolo del risparmio energetico conseguito con una schermatura solare. L’applicazione è stata presentata ad aprile 2019 ed ancora in fase beta, nonostante sia possibile scaricarla sul sito dell’ente pubblico.

ShadoWindow è destinato a tutti coloro i quali accedono alla detrazione fiscale risparmio energetico, l’Ecobonus. Infatti, a partire dalla ex legge 296/2006 e successive modificazioni, lo Stato ha messo in campo delle agevolazioni fiscali per coloro i quali avviano lavori di riqualificazione energetica.

È il caso dell’Ecobonus, che prevede delle percentuali di detrazioni sulle spese sostenute. Ad esempio, per l’installazione di serramenti che migliorino l’efficienza energetica dell’edificio, il bonus prevede una detrazione del 50% sulla spesa totale.

Ci sono naturalmente dei tetti massimi, ma queste agevolazioni sono una spinta a ottimizzare le performance energetiche di un edificio. Ma torniamo all’applicazione. Come funziona?

Come funziona il software per il calcolo del risparmio energetico

ShadoWindow è un software ENEA specifico per le schermature solari, in edifici dove è presente la climatizzazione estiva.

Quando facciamo installare un nuovo sistema oscurante dobbiamo comunicare all’ente pubblico qual è il risparmio energetico conseguito a seguito dell’installazione. Questa comunicazione si fa dopo aver fatto il calcolo del risparmio energetico, che può essere un’operazione complessa.

Per questo motivo, tre ricercatori dell’ENEA hanno messo a punto un algoritmo che riassumesse gli attuali metodi di calcolo del risparmio energetico. Ne è nato un software intuitivo e facile da usare, in grado di semplificare la vita dei contribuenti.

Utilizzare il software ENEA è davvero facile. Basta inserire la provincia dove si abita e, poi, l’indice di efficienza energetica della pompa di calore. Quest’ultimo valore può essere facilmente trovato nel libretto di impianto o nei dati di targa dell’apparecchio. Quindi si inserisce la superficie del vetro in metri quadrati, il tipo di vetro e l’esposizione della superficie vetrata.

Un altro valore importante è il fattore di trasmissione solare totale certificato dal fornitore della schermatura solare. Per tutti gli altri valori e le modalità di utilizzo del software ENEA ha pubblicato un tutorial. Il video spiega in maniera puntuale tutte le procedure necessarie al fine di ottenere il calcolo del risparmio di energia primaria non rinnovabile.