Stai pensando di sostituire la porta blindata di casa tua? Puoi recuperare parte della spesa grazie al bonus sicurezza.

La porta blindata è una scelta che fanno molte persone, poiché è sinonimo di sicurezza e tranquillità per una famiglia. È necessario però fare adeguata manutenzione sistematicamente, anche perché la porta blindata ha delle caratteristiche differenti da quelle porte normali.

Ad esempio la serratura è necessario cambiarla ogni 10 anni, perché potrebbero insorgere dei problemi. Inoltre, la porta blindata rappresenta anche una scelta sostenibile, il che va incontro ai principi di efficientamento energetico, alla base della politica di ristrutturazione degli ultimi anni.

In questo articolo di Alsistem ci concentreremo sugli incentivi per la sostituzione della porta blindata di casa.

Bonus per la sostituzione della porta blindata: cosa c’è da sapere

Potrai sostituire la tua porta blindata poiché questa operazione rientra tra quelle agevolabili al 50%, ma soltanto in forma di detrazione Irpef.

La detrazione per la sostituzione della porta blindata è possibile sia perché essa è considerata un intervento di recupero del patrimonio edilizio esistente e sia perché è inclusa tra le possibilità di miglioramento dell’isolamento termico dell’abitazione.

Caratteristica importante quest’ultima, in quanto va incontro al concetto di sostenibilità.

Infatti le detrazioni per cambiare la porta blindata possibili sono:

  • Bonus sicurezza – facente parte del bonus ristrutturazioni. Può essere detratto il 50% delle spese sostenute per l’installazione di grate, porte blindate o rinforzate;
  • Ecobonus – per garantire il risparmio energetico. Per usufruire di questa detrazione ci sono due parametri da rispettare, ovvero la trasmittanza termica e l’obbligo di far valere la detrazione solo un massimale al metro quadro.

Secondo l’Agenzia delle Entrate, questa operazione è inoltre qualificabile come manutenzione straordinaria, in quanto rientra tra gli interventi di recupero del patrimonio edilizio.

Quali sono le opere ritenute di manutenzione straordinaria secondo il Testo unico edilizia?

  • Quelle di restauro;
  • Le operazioni risanamento conservativo;
  • Le modifiche per rinnovare e sostituire parti strutturali degli edifici;
  • Le operazioni di modifica per realizzare e integrare i servizi sanitari e tecnologici degli edifici.

Attenzione però: la porta blindata fruisce solo del bonus del 50% non di quello del 110% come si legge navigando online. E questo perché, a dispetto di quello che si sta diffondendo come informazione, la sostituzione della porta blindata rientra tra gli interventi indicati dall’Agenzia delle Entrate nella lettera f) dell’articolo 121 del Decreto Rilancio (DL 35/2020), in cui viene precisato che il bonus 50% è fruibile esclusivamente in forma di detrazione Irpef.

Importante: il bonus del 50% non è usufruibile per l’installazione delle porte blindate, ma solo per la sostituzione di esse.

Un’altra precisazione importante concernente la sostituzione della porta di sicurezza blindata è quello del bonus mobili. Approfondiamo nel prossimo paragrafo.

Bonus Mobili per sostituire la porta blindata di casa

Il bonus mobili rappresenta un’altra importante detrazione Irpef del 50% di cui in molti possono usufruire per l’acquisto di mobili nuovi e di grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+.

Il bonus mobili non è adatto invece a usufruire delle detrazioni per la sostituzione della porta blindata.

Quali sono le spese ammesse dal Bonus Mobili?

  • letti e armadi;
  • cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie e comodini;
  • divani, poltrone e credenze;
  • materassi e apparecchi d’illuminazione necessari come completamento dell’arredo dell’immobile, oggetto di ristrutturazione.

Buona notizia per chi vuole usufruire del bonus mobili anche nel 2022: a seguito della manovra 2022 del Governo Draghi, ci sarà una proroga della detrazione anche per il prossimo anno. Più nello specifico le novità sono:

  • il bonus verrà esteso per tre anni, fino al 2024;
  • il tetto della spesa sarà abbassato, da 16mila euro del 2021 a 5mila euro del 2022.

Ora hai le informazioni corrette in merito alla detrazione per cambiare la porta blindata di casa, puoi fare richiesta usufruendo del bonus giusto per te.

Il team di ALsistem Calabria può contare su tecnici specializzati, con una grande esperienza e una formazione costante sulle più recenti tecnologie in campo serramentistico.

Vuoi rendere più sicura la tua abitazione? Contattaci e ti aiuteremo a progettare la porta più adatta alle tue esigenze.

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.