fbpx
Portoncini da esterno alluminio

Siete alla ricerca disperata di portoncini ingresso, portoni e porte esterne ma vi state perdendo tra la moltitudine di modelli e varianti? Niente paura! In questa guida dedicata ai portoncini da esterno ci inoltreremo nel meraviglioso mondo delle finiture e dei materiali. Infine, ci occuperemo anche di quegli aspetti fiscali, come le detrazioni e i bonus casa.

1. Portoncini ingresso: le caratteristiche principali

Quando scegliamo il portoncino d’ingresso dobbiamo considerare alcune caratteristiche:

  • Sostenibilità: quali materiali vengono utilizzati? Sono riciclabili al 100%?
  • Risparmio energetico: qual è la trasmittanza termica del portoncino?
  • Coibentazione: la vostra casa è protetta dal freddo e dalle intemperie?
  • Classe antieffrazione: qual è il livello di sicurezza della vostra porta?
  • Marcatura CE: il prodotto è conforme alle norme della Comunità Europea?

In un periodo storico in cui si parla tanto di efficienza energetica e rispetto per l’ambiente riteniamo che la sostenibilità di un prodotto sia la prima caratteristica da considerare. Ecco perché consigliamo sempre profili in alluminio a taglio termico, che rispettano gli standard di qualità e sicurezza per l’ambiente.

Di seguito vi illustreremo quali sono i materiali maggiormente utilizzati per realizzare i portoncini da esterno.

2. Portoncini da esterno: i materiali

Anche i materiali fanno parte dell’arredo. Insieme ai colori e alle finiture rappresentano il biglietto da visita della vostra casa. In commercio ci sono principalmente due tipologie di materiale impiegate per la realizzazione di portoni: il PVC e l’alluminio.

Il PVC è vantaggioso dal punto di vista economico, poiché costa meno dell’alluminio. Di contro, però, resiste meno del metallo e garantisce un minore impatto estetico. Infatti, le porte in alluminio possono subire molteplici trattamenti superficiali. Dall’ossidazione anodica, che garantisce resistenza a pioggia e intemperie, alla sabbiatura, che dona quell’effetto graffiato particolare.

Inoltre, i portoncini in alluminio offrono una vasta scelta per quanto concerne il colore.

3. Portoncini in alluminio: colori e finiture

Vi piace di più l’industrial o il classico? L’esotico o lo stile vintage? Gli interni della vostra casa possono dettare legge sulla scelta del colore del vostro portoncino. Anche se nulla vieta di scegliere un colore per gli interni e uno per gli esterni.

Con i moderni trattamenti è possibile acquistare portoncini in alluminio che abbiano l’aspetto delle porte in legno. Rovere, noce, ciliegio, douglas, teak. I serramenti effetto legno sono meravigliosi e aumenteranno notevolmente il valore dell’intera casa.

Non dimentichiamoci, poi dei portoncini blindati con vetro. Anche le trasparenze unite al design possono offrire soluzioni stupefacenti.

4. Porte esterne e agevolazioni fiscali

L’ultima cosa che dovete assolutamente sapere riguarda le detrazioni fiscali per l’installazione di porte esterne. Ogni anno si proroga l’Ecobonus e gli altri bonus statali. Infatti, esistono diversi modi per risparmiare sulla sostituzione dei serramenti, comprese le porte d’ingresso.

Le agevolazioni fiscali sono degli aiuti statali che permettono di ammortizzare le spese sostenute sulla sostituzione di infissi e serramenti. Per i portoni blindati troviamo tre tipi di agevolazioni:

  • Bonus ristrutturazioni: la detrazione ammonta al 50% e copre l’acquisto e la posa in opera del serramento;
  • Ecobonus: il portone di casa migliora le prestazioni energetiche dell’edificio? L’intera spesa costa la metà;
  • Bonus sicurezza: 50% di sconto per l’acquisto di tutte le porte blindate con una classe antieffrazione che va da 4 a 6.

5. Portoncini blindati da esterno: dove installarli?

A proposito di sicurezza affrontiamo un’ultima questione, ovvero: dove installare i portoncini blindati? All’esterno! Dirà qualcuno. Ma la domanda è molto importante perché se stiamo acquistando un portoncino d’ingresso per un appartamento ci occuperemo di aspetti differenti da chi deve installare una porta blindata per la propria villa.

Ad ogni modo, al giorno d’oggi godere della sicurezza che i portoncini blindati da esterno donano non è da poco. Questa protezione è ideale per case indipendenti, villette, ma anche appartamenti in condominio. Una tale diffusione di porte blindate ci fa capire una sola cosa: è importante l’estetica, ma non dimentichiamoci del fattore sicurezza.

Un altro fattore da considerare, poi, è la posizione della casa. Si trova vicino al mare? È esposta alle intemperie? Si trova in un condominio rumoroso? Tutte queste domande ci servono per scegliere i materiali idonei ad ogni tipo di esigenza. Ad esempio, l’alluminio anodizzato è perfetto per proteggere i portoncini da esterno, blindati e non, dalla salsedine.

Ricapitolando

Vi serve un portoncino da esterno? Ci sono almeno 5 cose da considerare prima di acquistarne uno. Dove installarlo, quale caratteristica vi interessa di più, quale materiale scegliere, quale design e, infine, di quale detrazione fiscale usufruire.

Chiuse queste cinque porte, aprirete un bellissimo portoncino.