Le coperture per piscine sono un accessorio fondamentale per la cura del tuo spazio esterno.

Particolarmente utili quando le temperature calano, sono necessarie per proteggere la tua piscina nel periodo in cui non viene utilizzata.

Trattandosi di un elemento notevolmente esposto alle intemperie, la piscina va curata con grande attenzione e la copertura deve garantire eccellenti performance sotto ogni punto di vista.

La copertura è utile per piscine fuori terra, come per quelle interrate. Scopri in questo articolo di ALsistem Calabria tutto quello che devi sapere a riguardo.

Perché utilizzare le coperture per piscine?

Lo scopo principale di un telo o di una struttura di copertura per piscine è sicuramente proteggerla dagli agenti atmosferici a cui è sottoposta quotidianamente.

Una vasca colma d’acqua è soggetta a diversi attacchi, tra questi il più temibile è quello dei raggi UV: l’eccessiva esposizione vanifica l’utilizzo del cloro rendendo l’acqua della piscina particolarmente torbida.

L’azione più efficace viene svolta durante le stagioni fredde. In questo periodo, quando la piscina non viene utilizzata, si concentrano la maggior parte dei fattori rischio, tra cui:

  • Prevenire la formazione di batteri: il bacino d’acqua può diventare facilmente un covo di batteri, i quali trovano un ambiente favorevole alla crescita e alla proliferazione;
  • Impedire la formazione di alghe: allo stesso modo dei batteri, anche le alghe possono prodursi spontaneamente sul fondo della vasca;
  • Evitare l’ingresso di animali e insetti: l’annidarsi di insetti sullo specchio può attirare diversi animali. Tra questi ci sono le rane, che depositano le uova nel fondo della piscina causando un’infestazione;
  • Incidenti domestici: cadere in una piscina piena può causare un piccolo spavento, ma inciampare in una vasca completamente vuota può essere molto pericoloso.

Queste problematiche possono essere risolte facilmente installando una copertura. I modelli invernali presentano importanti differenze da quelle estive, scoprile nel prossimo paragrafo.

Le differenze tra la copertura invernale per la piscina e quella estiva

Nate per scopi differenti, le coperture per piscine estive e quelle invernali hanno caratteristiche ben definite, nello specifico:

  1. Coperture estive: il loro ruolo principale è filtrare i raggi solari e limitare il surriscaldamento dell’acqua. Si basano su pannelli o teli particolarmente sottili. L’installazione avviene in maniera molto rapida, una soluzione che permette di applicare e rimuovere la copertura più volte senza danneggiarla;
  2. Coperture invernali: molto più solide e generalmente anche calpestabili, sono a prova di intemperie. La loro resistenza è strettamente legata ad un metodo d’installazione più complesso e spesso richiede la presenza di pioli o altre strutture permanenti.

A definire la “stagione” sarà dunque il fine ultimo della copertura. Esistono diversi modelli capaci di fornire ottime performance durante l’intero anno. Continua a leggere per conoscere le varianti più utilizzate.

Tipologie di coperture per piscina interrata e fuori terra

Il mercato propone diverse varianti di coperture per piscine, sia interrate sia fuori terra. Le prime sono le piscine in muratura, completamente disposte al di sotto del livello cosiddetto “stradale” o “calpestabile”; le seconde invece, sono le piscine gonfiabili di grandi dimensioni, realizzate in materiali ultra resistenti, che occupano una porzione di spazio outdoor.

A seconda della tipologia di piscina, in fuori terra o interrata, è consigliabile utilizzare una copertura specifica.

Ecco quali sono i modelli più diffusi:

  • A tapparella: si tratta di una versione all-season basata su un telo avvolgibile che copre l’intero specchio d’acqua. La sua installazione prevede la realizzazione di un binario per far scorrere il telo ed un vano in cui viene riposto il rullo;
  • Pannelli in schiuma: fatti con schiume di polietilene ad elevata compressione, vantano una notevole resistenza. Esistono tipologie leggere per l’estate e modelli più rigidi e calpestabili per l’inverno;
  • A bolle: tra la soluzione isotermica più economica, si basa su un doppio foglio di polietilene con una serie di cuscinetti d’aria. Si installa in pochi minuti con l’apposito rullo avvolgitore;
  • Telo con tubolare: questa copertura completamente opaca viene utilizzata nella stagione invernale per bloccare la fotosintesi delle alghe filtrando totalmente la luce solare. Si fissa attorno alla piscina con degli occhielli e ha una serie di sacchetti pieni d’acqua che impediscono il ribaltamento in caso di vento;
  • Rete filtrante: una diversa variante del telo che risolve le problematiche legate alla formazione di acquitrini sulla copertura. Filtra l’acqua piovana ed impedisce l’ingresso di sporco e animali nella vasca;
  • Telo curvo: un’altra soluzione per l’accumulo di acqua piovana. Prevede una bombatura al centro che genera un effetto tetto spiovente sulla copertura;
  • Cupola gonfiabile: una sorta di tendone da circo che copre l’intera area della superficie. Si monta in pochi minuti servendosi di un compressore d’aria.

Oltre alle coperture con telo o in PVC, esistono diversi modelli in alluminio capaci di fornire prestazioni eccellenti tutto l’anno. Scoprile nel prossimo paragrafo.

Coperture in alluminio per piscine, a prova di intemperie

Nate per rendere ancora più esclusiva ogni piscina, le coperture in alluminio rendono l’ambiente esterno un vero elemento di design servendosi di eleganti strutture in vetro.

Definite “coperture telescopiche”, queste si presentano come dei veri e propri gazebo a protezione dello specchio d’acqua.

La struttura si basa su un tetto curvo che isola completamente la piscina dall’esterno servendosi di profili in alluminio specifici per le coperture per piscine.

Realizzate interamente su misura, si distinguono in diverse varianti:

  • Telescopica bassa: questo modello ha una struttura che si erge a pochi centimetri dallo specchio d’acqua. Combina un look molto elegante alla capacità di proteggere con grande efficacia la piscina;
  • Telescopica alta: ha un’altezza tale da permettere l’accesso alle persone in quella che è una stanza completamente dedicata alla piscina. L’effetto serra rende l’ambiente piacevole anche in inverno.

Entrambe le tipologie sono basate su dei sistemi modulari in alluminio capaci di garantire:

  1. Isolamento termico: fondamentale per contrastare la proliferazione batterica, la totale assenza di ponti termici protegge l’acqua da ogni agente esterno;
  2. Protezione UV: diversi modelli integrano vetri con filtri UV che riducono notevolmente l’incidenza dei raggi solari lavorando come una copertura isotermica;
  3. Resistenza alle intemperie: la grande resistenza dell’alluminio lo rende particolarmente duraturo nel tempo, oltre ad eliminare ogni spesa per la manutenzione;
  4. Personalizzazione: l’estrema versatilità di questo materiale si riscontra anche nella possibilità di scegliere tra l’enorme palette dei colori dell’alluminio.

La natura modulare dei profili alluminio specifici per piscine permette di realizzare anche strutture completamente motorizzate: il movimento di queste avviene lungo un binario installato ai lati della piscina.

Vuoi una copertura per la tua piscina fuori terra elegante e di grande impatto estetico? Con una pergola 3X4 potrai creare un vero angolo di paradiso al riparo da pioggia e vento.

Affidati ad ALsistem Calabria e scopri le nostre soluzioni modulari per coperture per piscine. Il nostro team ti aiuterà a progettare la struttura più adatta alle tue esigenze. Contattaci per una consulenza.

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.