finestra illumina la scala del seminterrato

Le finestre per il seminterrato sono un elemento imprescindibile per garantire luce naturale e un’adeguata ventilazione, oltre che per rendere più salubri ambienti interrati, come le cantine, le taverne o gli scantinati.

Il seminterrato non è altro che il piano di un edificio che si trova interamente o parzialmente al di sotto del livello stradale. Per sua natura, si tratta di un ambiente umido, soggetto alla muffa, poco luminoso ed areato.

L’assenza del ricircolo d’aria e dell’illuminazione naturale riduce notevolmente l’abitabilità e la funzionalità degli spazi che si sviluppano al di sotto del livello del suolo. Con particolari accorgimenti e con l’installazione di specifiche finestre per seminterrati è possibile rendere questi ambienti più salubri e sicuri, ma anche riuscire a sfruttarli per utilizzi che vadano oltre il semplice deposito di mobili, documenti e cianfrusaglie varie.

Garantire un accesso all’aria e alla luce attraverso finestre a bocca di lupo o altre tipologie di finestre per seminterrato, ti consentirà di riconvertire questo ambiente in una palestra, un’area giochi o una sala hobby, ad esempio.

Vediamo, quindi, quali sono le soluzioni pratiche per rendere più arioso e luminoso lo scantinato di casa e come scegliere le finestre più adatte.

Come scegliere le finestre per il seminterrato?

La giusta finestra può essere la chiave per rendere un ambiente seminterrato più piacevole e luminoso ma prima di scegliere il tipo di serramento più adatto, devi soffermarti sulle performance che vuoi ottenere dalla finestra. Performance che, ovviamente, possono variare anche in base al contesto in cui si abita.

Chi vive in una grande città, ad esempio, potrebbe aver bisogno di finestre che isolano dai rumori del traffico. Al contrario, chi vive in zone dal clima estremo ha una maggiore esigenza di isolamento termico.

In linea generale, quindi, gli aspetti da considerare nella scelta delle finestre per uno scantinato sono soprattutto i seguenti:

  • Isolamento termico;
  • Capacità di isolamento acustico;
  • Tenuta stagna dagli agenti atmosferici;
  • Elevata Sicurezza;
  • Eccelsa Funzionalità.

Indipendentemente dalla destinazione che avranno, una finestra deve sempre essere in grado di isolare il più possibile un ambiente da rumori esterni che possono risultare fastidiosi. e, soprattutto, e dagli spifferi di freddo.

A questo aspetto si collega la tenuta della finestra al carico del vento o al passaggio dell’acqua piovana, così da evitare non solo il formarsi di muffa e umidità in un ambiente, ma anche la dispersione di energia utilizzata a riscaldarlo eventualmente.

Una aspetto altrettanto importante è quello della sicurezza. Le finestre di una taverna o di una cantina, in virtù della loro posizione ribassata, sono facilmente accessibili e vulnerabili. Per questo andrebbero scelti serramenti resistenti, dotati anche di vetri antisfondamento.

Infine la funzionalità dell’ambiente a cui le finestre serviranno. Per uno spazio interrato o seminterrato vanno scelte finestre che consentano un passaggio continuo di aria e di luce.

Tipologie di finestre per la cantina

Analizzate le caratteristiche più importanti che dovrebbe possedere un buon serramento per seminterrato, passiamo ora ad illustrare quelle che sono le tipologie delle finestre per cantina presenti sul mercato.

Quali sono le tipologie migliori delle finestre per scantinati e seminterrati?

Sia nella costruzione ex novo di o nella ristrutturazione di un locale seminterrato già esistente, oppure, più semplicemente, in caso di sostituzione delle vecchie finestre, la scelta si orienta tra le tre tipologie maggiormente diffuse:

  • Hopper
  • Slider
  • Tenda

Vediamole nel dettaglio.

Finestre Hopper

Le finestre hopper sono le finestre considerate standard per un seminterrato. Sono serramenti che presentano una cerniera nella parte inferiore del telaio, che consente un’apertura verso l’interno dalla parte superiore. Si tratta della tipologia di finestre meno costosa e che offre la gamma maggiore di opzioni e formati tra cui è possibile scegliere.

Finestre Slider

Le slider sono finestre progettate per aprirsi e chiudersi facendole scorrere da un lato all’altro. A differenza delle Hopper lo schermo della finestra non è solo all’esterno del telaio, ma anche all’interno. Questa tipologia è abbastanza economica ed è particolarmente impiegata per quelle situazioni in cui lo spazio a disposizione è limitato e la finestra non può oscillare.

Finestre Tenda

Le finestre tenda sono l’opzione decisamente più costosa per un seminterrato. Presentano una cerniera nella parte superiore del telaio e, dunque, si aprono inclinandosi verso l’esterno. Da menzionare ci sono poi i pozzi finestre e le finestre a bocca di lupo, che sono opzioni costruttive compatibili con diverse tipologie di serramento da seminterrato.

Rendere la cantina abitabile, luminosa e arieggiata: requisiti e dimensioni delle finestre.

Recuperare un locale seminterrato e trasformarlo in un ambiente più vivibile, è un trend edilizio in crescita. Una maggiore abitabilità può essere raggiunta adottando particolari accorgimenti costruttivi, ma anche utilizzando dei serramenti in grado di aerare ed illuminare gli ambienti.

Bisogna però fare attenzione ai requisiti necessari per l’abitabilità che la legge indica, e che sono diversi in base ai Regolamenti Edilizi del Comune di appartenenza.

Questi regolamenti hanno sempre la precedenza sul Codice Residenziale Internazionale (IRC), perché prendono in considerazione anche fattori come il clima locale, da cui dipende anche il valore minimo di trasmittanza termica che una finestra deve avere, ovvero il flusso di calore che passa.

Il suddetto Codice Residenziale Internazionale stabilisce, tra le altre cose, i requisiti di dimensione ed apertura che devono avere le finestre di uscita di emergenza, sempre presenti negli spazi abitabili, scantinati e seminterrati compresi:

  • Larghezza minima di almeno 20 pollici;
  • Altezza minima di 24 pollici;
  • Area libera aperta di 5,7 piedi quadrati netti;
  • Davanzale non più alto di 44 pollici da terra;
  • Meccanismo di apertura verso l’interno;
  • Nessuna barra o griglia a protezione della finestra;
  • Pozzo di uscita grande non meno di 36×36 pollici, con eventuale scala non più stretta di 12 pollici, nel caso in cui il pozzo di uscita sia profondo.

Un seminterrato, infatti, non può essere utilizzato per dormire o per svolgere un altro tipo di attività vitale se non è dotato di una finestra di uscita con un pozzo esterno.

Dimensioni delle finestre di un seminterrato: cosa dice la legge italiana?

Il rispetto dei rapporti aero-illuminanti è un aspetto da considerare essenziale per garantire l’abitabilità di un seminterrato (DM Sanità del 4 Luglio 1975 relativo all’altezza minima

ed ai requisiti igienico-sanitari dei locali di abitazione).

A tal proposito, la legge richiede italiana la presenza di finestre apribili e grandi almeno 1/8 rispetto alla superficie del pavimento del locale che dovrà servire o, comunque, ampie tanto quanto basta ad assicurare un valore di luce diurna medio mai inferiore al 2%.

Se stai pensando di ristrutturare il seminterrato per renderlo abitabile o ricavare un vano accessorio ti aiuteremo a scegliere gli infissi per la cantina più adatti alle tue esigenze.

Compila il form e richiedi un preventivo infissi ad ALsistem Calabria.

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.