fbpx
serramentista installa una finestra in alluminio bianco

Quanto costa cambiare gli infissi di casa? È la domanda che si chiedono in molti prima di sostituire porte e finestre.

Quando i serramenti proprio non riescono più a svolgere correttamente le proprie funzioni sorge la necessità di cambiare infissi. E allora emergono mille domande. Ad esempio: quali materiali scegliere per la sostituzione serramenti? Quali caratteristiche devono avere? Quali funzionalità? E soprattutto a quanto ammonta la spesa?

Lo scopriremo tra poco, ma intanto cerchiamo valutare tutte le variabili.

Tre variabili da considerare se devi cambiare infissi

Per sapere quanto costa cambiare gli infissi di casa occorre valutare in primo luogo il materiale. Infatti, la qualità e la tipologia di materiale costruttivo riducono o aumentano il prezzo al metro quadro della nuova finestra.

La sostituzione infissi comporta diversi costi anche a seconda del numero di ante e del tipo di apertura della finestra. Ad esempio, le finestre scorrevoli hanno un prezzo leggermente inferiore rispetto alla classica anta a battente. Oppure un sistema che comprende più meccanismi di apertura comporta maggiori costi.

È il caso di quelle finestre a battente che possono anche avere un’apertura a vasistas. Sono ottime per le cucine dove si ha poco spazio. Ma torniamo alla domanda principale.

Quanto costa la sostituzione dei serramenti?

Se vogliamo acquistare degli infissi in legno dobbiamo valutare le performance termo-acustiche di questo materiale. Ciò per capire se la spesa vale il ritorno nel lungo periodo e se possiamo ammortizzare i costi sostenuti usufruendo dell’Ecobonus.

Detto ciò, il prezzo degli infissi di questo tipo varia in base alla grandezza, alla presenza di una o più ante. Anche il vetrocamera fa la differenza, perché aumenta la spesa totale.

Ad ogni modo, il prezzo indicativo è di circa 300€ al metro quadro per finestre con valori di isolamento termo-acustico basso. Il prezzo sale a circa 700€ al metro quadro se vogliamo migliorare le performance della finestra in legno.

Anche per il PVC i prezzi variano in base a quanto a sostituzione infissi riduca l’impatto ambientale. Migliore è la prestazione energetica e più sarà elevato il costo delle nuove finestre.

Se si tratta dell’alluminio, invece, la resa estetica e la qualità valgono la spesa. Una spesa che tra l’altro può anche essere ammortizzata grazie alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico.

Gli infissi in alluminio hanno un prezzo al metro quadro compreso tra i 250 € e i 600 €.

E se invece dovessi fare la sostituzione degli infissi nella seconda casa?

A volte non ci pensiamo mai, ma anche la seconda casa ha bisogno di una rinfrescata dopo tanti anni. È il caso delle villette di campagna oppure la casa al mare, dove le intemperie e la corrosione della salsedine rovinano gli infissi.

Anche in questa occasione, per usufruire degli sgravi fiscali bisogna migliorare l’efficienza energetica dell’edificio. Come? Installando una finestra in alluminio a taglio termico con vetrocamera. Oppure acquistando una persiana che riduca gli sprechi energetici.

Tutto sta nel conoscere il costo dei nuovi serramenti compreso il montaggio. Sì, perché dobbiamo anche considerare la posa in opera, fatta a regola d’arte.

Vuoi saperne di più? Chiedici una consulenza gratuita oppure contatta i nostri partner di fiducia per un preventivo gratis e senza impegno.